Quelli della Club House

domenica, 16 marzo 2014

 

Dietro il bancone. A spillare birra. O a prepararti un caffè. Ad ascoltare storie. E a raccontarne, soprattutto.
Perché anche se li vedi così, indaffarati tra pentoloni, scolapasta e sugo e salsicce, sono loro la storia del rugby.
Che ci sia il sole, tiri vento o piova a dirotto. Sono quelli che al campo ci sono sempre.
Che, un'eternità fa, ancora ragazzi, hanno aiutato a spianarne il fondo, eliminando pietre e arbusti e seminandone il prato.
E pare sia proprio vero che seminare l'erba, e vederla crescere con te, poi quel fazzoletto di terra che chiamiamo campo da rugby, lo si senta per sempre parte di te. Il tuo.
Un po' come la tua casa.

Già ... una casa.

Con quei grembiuloni, lunghi dal petto a sin sotto le ginocchia, un po' per non sporcarsi e un po' a mo' di divisa e una frase sul davanti: 100 % Old Rugby Players.
E l'aspetto un po' appesantito. Perché si sa che a stare ai fornelli si ingrassa anche con il solo  profumo degli aromi.
E tocca assaggiare ogni tanto, per correttezza nei confronti dei commensali ad evitare di servire tortiglioni stracotti o salsicce ancora crude ...
Ma se li prendi in chiacchiera è fatta! Son capaci di raccontarti di come la prima palla ovale sia arrivata in paese. Di partite così lontane che sanno ancora di bianco e nero. Di battaglie così cruente che viene difficile immaginare che l'epilogo si sia consumato poi lì, in quei tavoli.
E mentre raccontano, comunque spillano, servono, mescolano, riscaldano, loro sono lì per quello, per servire chi ha appena affrontato una partita. Che sia giovanissimo o maturo, che sia del posto o avversario, e comunque debba rifocillarsi, recuperare, e godersi quella terza parte dell'incontro.

Quelli della Club House, non stanno in un posto solo. Quelli sono dappertutto. Loro sono la storia del rugby.
A volte, invece, non c’è nemmeno la Club House.
E a volte non solo la struttura.
E si sa bene quanto quella casa sia fondamentale.
Ritenuta da tutti: la Casa del Club.
Il riferimento per ciascun appartenente alla società.
Per i ragazzini, che a volte ci organizzano pure il compleanno. Per i genitori che sanno che anche se piove e non si fa allenamento i propri figli, comunque, aspettano all'asciutto e poi anche per loro che nell'attesa che i figli finiscano, ci scappa una birra o una cioccolata calda.    
Il punto d'incontro per ritrovarsi. Per discutere. Per capirsi. Per organizzarsi. Per programmare.
Il cuore.

La casa.